Questo sito utilizza i cookies per offrirle la migliore esperienza sul nostro sito

Master Universitario di II livello abilitante per lo svolgimento delle funzioni di medico competente

I Moduli di insegnamento sono così organizzati

Insegnamento/ Modulo
Contenuti
Ore didattica frontale
Ore esercitazioni/laboratorio
Ore studio individuale
Totale ore
CFU
1) LA NORMATIVA PER LA SICUREZZA SUL LAVORO E L’INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI Analisi delle disposizioni legislative con particolare riguardo alle impli­cazioni operative del medico com­petente. Giudizio idoneità alla mansione, obbligo di referto di denuncia e di segnalazione al datore di lavoro per malattia professionale. Obbligo di collaborazione alle atti­vità di valutazione dei rischi e alla elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi. Obbligo di sopralluogo negli ambienti di la­voro. Principi di Risk assessment e Risk management. Comparti produttivi e cicli tecnolo­gici; principali rischi specifici; mi­sure di prevenzione collettiva; pro­cedure riferite alla mansione; di­spositivi di protezione individuale obbligatori. Obblighi, responsabilità, sanzioni delle figure coinvolte nella preven­zione (datore di lavoro, responsa­bile del servizio di protezione e prevenzione, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, lavora­tori). Attività di primo soccorso, antin­cendio ed evacuazione dei lavo­ratori. Piani di emergenza. Il rischio e le metodologie di analisi dei rischi - Le determinanti del rischio e il fattore umano - L’errore. Modelli e teorie, errori e violazioni Le basi informative, la prepara­zione di interventi di audit (incident report, il risk management, data base, standards di qualità) - Audit clinico e cambiamento or­ganizzativo - Innovare l’innovazione 36 24 90 150 6
2) I RAPPORTI CON GLI ENTI ISTITUZIONALI DEPUTATI Conoscenza delle situazioni previ­ste dalla legislazione vigente che necessitano di essere comunicate all’Organo di Vigilanza. Obbligo di segnalazione di malattia di so­spetta origine professionale e rela­tive modalità. Responsabilità civili e penali. 18 12 45 75 3
3) LA SORVEGLIANZA SANITARIA: CLINICA, FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI MALATTIE PROFESSIONALI E LAVORO CORRELATE, MONITORAGGIO INDIVIDUALE E DI GRUPPO DI ESPOSTI A FATTORI DI RISCHIO OCCUPAZIONALE, RACCOLTA E LETTURA DI DATI EPIDEMIOLOGICI Definizione e finalità di diverse ti­pologie di visita medica e relativi accertamenti sanitari integrativi mi­rati al rischio secondo l’attuale normativa. Indirizzi per la valuta­zione clinica mirata a particolari categorie di rischio professionale. Principi generali volti alla corretta elaborazione di un programma di sorveglianza sanitaria. Orienta­menti condivisi per la formulazione del giudizio di idoneità alla man­sione specifica. 36 24 90 150 6
4) LA DOCUMENTAZIONE SANITARIA: OBIETTIVO GESTIONE DELLA CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO Principali caratteristiche strutturali e normative della documentazione sanitaria. Gestione delle informa­zioni sanitarie dei lavoratori nel ri­spetto delle normative. 24 16 60 100 4
5) PROMOZIONE DELLA SALUTE Conoscenza degli obblighi di for­mazione e informazione dei lavo­ratori, con particolare riferimento a specifiche e normate categorie di rischio professionale. Conoscenza degli obblighi di for­mazione continua dello specialista, ipotesi di possibili percorsi di ac­creditamento e di eccellenza (for­mazione residenziale e a di­stanza). Epidemiologia delle malattie pro­fessionali. Infortuni sul lavoro. Analisi delle principali ricerche 24 16 60 100 4
6) MONITORAGGIO BIOLOGICO Definizione di malattia professio­nale (occupational disease) e di malattia correlata al lavoro (work-related disease). Nesso di causa: principali associazioni tra esposi­zioni a fattori di rischio professio­nale e alterazioni dello stato di sa­lute dei lavoratori. Individuazione dei principali quadri nosografici, caratterizzazione clinica, diagnosi differenziale, implicazioni progno­stiche, potenzialità riabilitative. Definizione e finalità del monitoraggio biologico dei lavoratori esposti a fattori di rischio chimico. Principi di campionamento e analisi di matrici biologiche prelevate dai lavoratori esposti. Indicatori biologici di dose (esposizione, dose interna, dose efficace) e di effetto. Significato dei valori limite biologici. 24 16 60 100 4
Totale ore parziale 162 108 405 675 27
Tirocinio 525 21
Prova finale 300 12
Totale ore 1500 60

Cerca

News

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato.
Privacy e Termini di Utilizzo