Questo sito utilizza i cookies per offrirle la migliore esperienza sul nostro sito

Dipartimento di Sanità Pubblica, Medicina sperimentale e forense

In evidenza:
Corso di aggiornamento "Applicazione clinica della dieta chetogenica: corso teorico-pratico" IV edizione

Una dieta specialeSiamo presenti sulla piattaforma di crowdfunding UNIVERSITIAMO by Unipv per finanziare il nostro progetto di ricerca Una DIETA speciale...che mi CURA e mi fa CRESCERE!
Ci trovi anche a questo indirizzo http://spmsf.unipv.it/unadietaspeciale/

La dieta chetogenica è una dieta che induce nell’organismo la formazione di sostanze acide definite “corpi chetonici” (da cui il nome) come il beta-idrossibutirrato, l’acido acetacetico e l’acetone. La produzione di corpi chetonici avviene nel fegato quando si assume una quantità molto bassa o nulla di zuccheri ad esempio in caso di digiuno o di dieta molto ricca di grassi. In questo caso l’organismo ed il cervello in particolare, utilizzano i corpi chetonici come fonte di energia. Lo stato metabolico indotto dalla dieta è definito chetosi.

Tale dieta risulta attualmente la terapia di elezione nel deficit di trasportatore del glucosio (GLUT-1) e nell' epilessia farmaco resistente mentre in molte altre patologie è in fase di studio.

Nella dieta equilibrata suggerita per la popolazione sana i grassi rappresentano una percentuale non superiore al 30% e gli zuccheri il 50 - 60% dell’energia il che si traduce mediamente in un apporto minimo di 200 grammi di zuccheri al giorno.

La dieta chetogenica è una dieta terapeutica e pertanto non valgono le regole su cui si basa la dieta equilibrata che segue il modello alimentare mediterraneo. Nella dieta chetogenica classica i grassi rappresentano l ’87 – 90 % delle calorie e gli zuccheri meno del 5% per cui il contenuto è ridotto fino ad un minimo di 10 grammi L’organismo può tollerare una dieta povera di carboidrati a condizione sia impostata, controllata ed integrata mediante utilizzo di integratori sugar free dalla dietista e dal medico specialista in Scienza dell’Alimentazione.

La composizione della dieta chetogenica classica è impostata sulla base dei fabbisogni di energia e nutrienti del paziente e calcolata in modo da rispettare un preciso rapporto chetogenico stabilito dal medico.

Il rapporto chetogenico è dato dal rapporto in peso tra grassi e la somma di proteine e zuccheri, espressi in grammi

R (rapporto chetogenico) = g lipidi / (g proteine + g zuccheri)

e può variare da 1:1 fino a 4:1.

I livelli di chetosi indotti dalla dieta vanno controllati tramite misurazione nelle urine o nel sangue capillare da effettuare periodicamente tramite stick appositi.

In generale la dieta chetogenica è ben tollerata dalla maggioranza dei pazienti ed il trattamento viene impostato in modo tale da prevenire o ridurre al minimo l’insorgenza di complicanze a breve e a lungo termine.

Lo scarso contenuto di cibi ricchi d’amido e di vegetali fa sì che la dieta chetogenica sia estremamente povera in fibre e ciò può causare o aggravare una condizione di stipsi L’assunzione di liquidi va sempre incoraggiata sotto forma di bevande non zuccherate.

Il Centro organizza annualmente corsi di formazione ECM sulla terapia con dieta chetogenica per medici e professionisti sanitari.

Corsi

Corso di aggiornamento: Applicazione clinica della dieta chetogenica: corso teorico-pratico

Manuali

manuale famiglia
Manuale per famiglie
manuale medici
Manuale per medici

Applicazione per professionisti e famiglie "Dieta Chetogenica Classica Pro"
banner ketopro

News dall'Università

Pagina Facebook